See PRO editionSee PRO edition

Comune di NormaComune di Norma

REGOLAMENTO COMUNALE PARCO ARCHEOLOGICO ANTICA NORBA

Premessa

L'art. 9 della Costituzione individua la tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico della Nazione tra i compiti fondamentali della Repubblica Italiana.
In armonia con esso e con lo statuto comunale si ritiene opportuno regolamentare l'utilizzo dell'area archeologica dell'Antica Norba, città originaria dell'attuale comune di Norma.
Tale area, ritenuta da noi tutti come fiore all'occhiello dell'intero territorio va salvaguardata da comportamenti impropri che ne possano deturpare l'immagine o rovinare i reperti stessi.
La stessa definizione di parco archeologico di cui è insignita l'Antica Norba sta a significare che è riconosciuto un ambito territoriale caratterizzato da importanti evidenze archeologiche e dalla compresenza di valori storici, paesaggistici o ambientali, attrezzato come museo all'aperto (ex art. 101, comma 2, lett. e del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio) sulla base di una specifica normativa istitutiva.

ARTICOLO 1
Finalità


Il presente regolamento è volto a delineare i comportamenti e regole d'accesso all'interno del Parco Archeologico dell'Antica Norba.
L'opera di riscoperta dell'antica città di Norba va affiancata ad comportamenti che ne garantiscano anche il dovuto rispetto onde evitare comportamenti ed azioni che ne danneggino il valore e l'immagine.
La tutela naturalistica, archeologica, artistica del sito è alla base di ogni articolo del presente regolamento.
La valorizzazione dell'area passa attraverso iniziative coordinate dall'Ente volte a considerare l'intero sito come patrimonio unico ed immenso della comunità tutta.
La salvaguardia da comportamenti impropri o da utilizzi distorti dell'immagine dell'area saranno contrastati al fine della difesa del sito e della comunità.

ARTICOLO 2
Comportamenti Vietati


I comportamenti e le azioni di seguito indicate sono da intendersi vietate se prive di una specifica autorizzazione o permesso rilasciato dagli organi competenti.

  • E' fatto divieto l'introduzione di metal detector all'interno dell'area.
  • Asportare reperti archeologici, anche se sporadici, materiali provenienti da lavorazioni (blocchi in calcare, tufo, cementizio, ecc) e terreno.
  • Piantare, seminare e/o asportare qualsiasi tipo di flora.
  • Effettuare campeggio libero in ogni sua forma.
  • L'accensione di fuochi di ogni tipo, fumare, gettare a terra mozziconi di sigarette e fiammiferi, nonché altro comportamento che possa generare rischio di incendio;
  • E' vietata la manomissione, modifica e l'uso improprio delle strutture del Parco archeologico (recinzioni, cancelli, passerelle).
  • E vietato collocare o affiggere mezzi di pubblicità o simili nel Parco Archeologico.
  • All'interno del Parco Archeologico è ammessa la riproduzione fotografica a scopo amatoriale, turistico in osservanza delle disposizioni in materia con particolare riferimento a quanto previsto dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio di cui D. leg. N. 42/2004.
  • E' fatto divieto organizzare eventi pubblici non autorizzati.
  • E' vietata qualsiasi forma di commercio in zone diverse da quelle preposte.
  • E' fatto divieto assoluto di arrampicarsi sulle mura di cinta e su ogni altra emergenza.
  • E' consentito l'accesso in bicicletta, a cavallo o altri mezzi similari solamente nelle zone preposte e mai all'interno delle zone soggette a scavo.
  • Il comportamento che il pubblico dovrà tenere nell'area dovrà sempre improntarsi al rispetto verso le persone e l'ambiente; è fatto pertanto divieto di disturbare in qualsiasi modo la quiete delle persone che intendono beneficiare delle particolari condizioni ambientali offerte. È vietato salire sugli alberi, appendervi o affiggervi qualsiasi cosa, scuoterli, colpirli, inciderli o danneggiarli in qualsiasi modo.
  • E' vietato tenere comportamenti non conformi all'ordine pubblico o al buon costume.
  • L'ingresso all'area dei parchi e dei giardini pubblici è vietato ai venditori ambulanti senza la preventiva autorizzazione dell'Amministrazione comunale.
  • È fatto assoluto divieto di sopprimere, catturare, o anche molestare gli animali, pertanto è proibito entrare e circolare sia nel parco che nei giardini con armi e strumenti da caccia, reti o qualsiasi altro attrezzo che possa essere impiegato per tali scopi.
  • È vietato utilizzare impropriamente le panchine, arrampicarsi sui muri di cinta, sulle cancellate e recinzioni, sui pali d'illuminazione e simili. É altresì vietato danneggiare in qualsiasi modo le suddette strutture e qualsiasi altra attrezzatura installata dall'Amministrazione per scopi ludici, ricreativi, di servizio o informative. I fruitori a tale scopo dovranno sempre improntare il proprio comportamento a criteri di rispetto della dignità e correttezza nelle relazioni interpersonali.
  • E' vietato l'ingresso con veicoli a motore non autorizzati.
  • È vietato lavare attrezzi o veicoli in genere anche nelle aree destinate a parcheggio o prelevare acqua per scopi diversi dall'uso personale(es. botti per innaffiare).
  • È vietata l'occupazione, anche temporanea, di suolo o aree verdi con attrezzature sportive, chioschi, tende da campeggio, tavoli, sedie o panchine ed altro, senza la preventiva autorizzazione dell'Amministrazione comunale.
  • È vietato a chiunque occupare aree di terreno o di verde pubblico, o dislocarvi oggetti che siano di pericolo ad altri cittadini.
  • È vietato gettare o abbandonare nel parco rifiuti di ogni genere e tipo. Gli stessi dovranno essere depositati negli appositi contenitori.
  • È vietata la questua sotto qualsiasi forma. Potranno essere accordati eccezionalmente permessi da parte dell'Amministrazione per la raccolta di fondi a fini di beneficenza o filantropici, fatte salve le necessarie autorizzazioni degli Organi competenti.
  • Sono vietate le affissioni di manifesti, nonché la pubblicità in genere e la propaganda sonora senza espressa autorizzazione dell'Amministrazione. Sono sempre fatti salvi i necessari adempimenti amministrativi delle competenti Autorità.
  • Per la disponibilità e l'uso di aree e strutture per riprese e/o foto - cinematografiche commerciali e/o pubblicitarie, sono necessarie apposite autorizzazioni da rilasciarsi dall'Amministrazione, che potrà esigere il pagamento, o l'eventuale rimborso spese, di canone di disponibilità o di impiego dell'area e degli impianti esistenti, nonché l'osservanza di prescrizioni che potranno essere disposte a proprio insindacabile giudizio. (Sono sempre fatti salvi i necessari adempimenti amministrativi delle competenti Autorità).
  • È vietato al pubblico trattenersi nel parco, se soggetto a chiusura, dopo l'orario prescritto.
  • Ogni cittadino è responsabile dei danni di qualsiasi natura arrecati personalmente o da persone a lui affidate o da animali o cose di cui abbia la custodia ed è tenuto al risarcimento dei danni stessi.
  • I bambini al di sotto degli otto anni devono essere sempre accompagnati da persone adulte e possono accedere anche con automobiline a pedale, con tricicli o biciclettine.
  • Non è consentito lasciare animali e/o greggi incustoditi.

ARTICOLO 3
Guide Turistiche


Il servizio di guida turistica all'interno dell'area del parco archeologico è consentito esclusivamente al Museo Civico Archeologico, Club Archeologico di Norma; qualsiasi altro ente e/o associazione che intenda svolgerlo deve farne espressa richiesta al Comune di Norma che sarà l'unico coordinatore delle guide e degli eventi, affinché non vi sia una sovrapposizione tra gli stessi.

ARTICOLO 4
Pulizia


L'Ente è responsabile diretto della pulizia e della manutenzione del luogo, può svolgere tale compito attraverso le proprie forze, affidando il servizio verso terzi, collaborando con la società civile, associazioni, altri enti al fine di mantenere l'area pulita.

ARTICOLO 5
Controllo

L'Ente, per mezzo del proprio Corpo di Polizia Locale, provvederà a compiere periodiche verifiche circa la corretta utilizzazione delle bacheche ed al rispetto di quanto previsto dal presente regolamento.L'Amministrazione comunale si riserva, a suo insindacabile giudizio, di predisporre l'installazione di adeguati sistemi di video sorveglianza e/o telesoccorso, per il controllo di parchi ed aree a verde comunali.


ARTICOLO 6
Promozione

L'Amministrazione insieme alla direzione scientifica del Museo Civico Archeologico Padre Annibale Saggi, per realizzare le finalità di cui all'Articolo 1, favorisce la partecipazione della popolazione alla programmazione culturale, coinvolge settori sociali interessati, sollecita la visita delle scuole e della popolazione locale. Gli stessi hanno la facoltà di stringere convenzioni con enti pubblici e con soggetti privati per gli scopi indicati nel presente regolamento.

ARTICOLO 7
Modifiche

Le variazioni o modifiche del presente regolamento, di competenza del Consiglio Comunale, potranno essere proposte, oltre che dal Consiglio Comunale, anche dai capogruppo consiliari del Consiglio Comunale stesso.

 

NOTA RICHIESTA VISITE GUIDATE SENZA SERVIZIO GUIDA DEL MUSEO


La direzione del Museo Civico di Norma, organizzatrice delle visite guidate al Parco Archeologico di Norba, invita tutti i gruppi che volessero visitare il parco archeologico senza ricorrere al servizio guida ad inviare una comunicazione scritta con tutti i dati necessari (entro 7 gg. dalla data prevista) all'indirizzo mail oppure via fax al num. 0773.354186.

Il Comune di Norma provvederà dapprima ad approvare la richiesta e, in caso affermativo, a rilasciare la necessaria autorizzazione al corretto svolgimento della stessa.

La comunicazione è OBBLIGATORIA da regolamento (ARTICOLO 3 - Guide Turistiche) e NECESSARIA al fine di una più accurata conoscenza dei dati di visita.

Vi ringraziamo per la collaborazione.
 

Chi è Online

Abbiamo 31 visitatori e nessun utente online

Joomla templates by Joomlashine