See PRO editionSee PRO edition

Comune di NormaComune di Norma

Lo scavo delle domus

Prima degli interventi di scavo l’area si presentava incolta e ricoperta da erba e arbusti; ciò nonostante si intravedevano, sul lato meridionale della strada, le soglie d’ingresso delle due domus, le bocche dei pozzi e delle cisterne, parte della volta della terrazza inferiore, ed una delle soglie degli ambienti della casa che abbiamo chiamato domus del caduceo.

DomusLa mancanza di strati di crollo, nello scavo delle due domus, fanno pensare che la zona sia stata oggetto di spoliazioni, probabilmente legate alla costruzione della città moderna. Il lungo periodo che intercorre tra tale fase e la lavorazione agricola di età moderna, è caratterizzato dal formarsi di uno strato che copre ciò che rimane delle strutture. Si tratta di azioni pertinenti non alla distruzione degli edifici ma alla lenta e progressiva obliterazione delle strutture ormai distrutte e spoliate: i ruderi con il passar del tempo vengono coperti da terra argillosa di colore rossastro con evidenti tracce di bruciato, mescolata con frammenti di intonaco sfarinato. E’ questa l’ultima fase del lento processo di distruzione registrato durante gli scavi, quello a cui segue solo l’uso con scopi agricoli dell’area.

Joomla templates by Joomlashine