See PRO editionSee PRO edition

Comune di NormaComune di Norma

La casa del grande impluvium non presenta l’ingresso centrale, ma posto lateralmente. Dalla strada si accede all’abitazione con un gradino, che introduce ad un piccolo spazio antistante la soglia d’ingresso (vestibulum). Il portone d’ingresso si apriva con due battenti verso l’esterno, come suggerisce la disposizione dei fori per cardini conservati sulla soglia. La corte scoperta (atrium) è caratterizzata da un imponente vasca (impluvium) rivestita con grosse lastre di calcare modanate, da cui deriva il nome della casa.

Dalla corte si accede a tutte le stanze dell’abitazione: entrando e voltando a destra, oltre all’ingresso, vi erano due ambienti di servizio (cucina e dispensa); di fronte all’ingresso sono state riconosciute tre stanze da letto (cubicula), identiche per forma e dimensione. In fondo, oltrepassate due stanze prive di soglie (alae), si aprono gli ambienti di rappresentanza (triclinium e tablinum). Entrando nella casa, a sinistra, sono parzialmente visibili due soglie che in origine collegavano questa abitazione a quella delle arule. La successiva divisione delle proprietà, comportò la chiusura delle porte e rese indipendente questa casa, utilizzando, per aprire l’ingresso, il primo vano dell’atrio, come oggi lo vediamo.

Joomla templates by Joomlashine