See PRO editionSee PRO edition

Comune di NormaComune di Norma

Associazioni

Protocollo d’Intesa tra Associazioni di Norma, Comune di Norma e Cattedra di Topografia Antica della Seconda Università degli Studi di Napoli.

Premessa

A Norma le Associazioni locali rappresentano da sempre una fondamentale risorsa per la comunità, contribuendo a creare un contesto sociale particolarmente propositivo e soprattutto dinamico.
Si tratta di Associazioni che hanno nel territorio comunale la loro base operativa e quindi sempre attente alle esigenze socioculturali della comunità.
Consapevoli che il Patrimonio Archeologico dell’antica Norba può essere la più grande attrattiva della città, purtroppo spesso poco fruibile a causa delle forti difficoltà di conservazione, legate anche alla gestione del verde, le seguenti Associazioni offrono la loro collaborazione per la manutenzione del Parco Archeologico dell’antica Norba.
Questa iniziativa nasce anche dalla volontà di far sentire ciascun cittadino di Norma parte integrante delle attività che si svolgono nel Parco Archeologico e affiancare le istituzioni, Comune, Soprintendenza e Università, studiosi e esperti nella diffusione della conoscenza di questo straordinario sito e nella sua valorizzazione.
Si vuole avviare un “esperienza comune” per la fruibilità del Parco archeologico dell’antica Norba. In particolare si è sentita l’esigenza di operare non più come singole associazioni ma attraverso una comune strategia di intervento attuata in maniera coordinata e continuativa, garantendo la manutenzione del Parco Archeologico dell’antica Norba al fine di una migliore fruizione.
Con il presente atto quindi le Associazioni, stipulano un protocollo d’intesa con il Comune di Norma e la Direzione Scientifica - Cattedra di Topografia Antica della Seconda Università degli Studi di Napoli, da qui Università, allo scopo di iniziare un progetto comune che garantisca la manutenzione e valorizzazione del Parco Archeologico dell’antica Norba, senza fine di lucro.

Progetto

L’aspetto naturalistico costituisce uno dei fulcri attrattivi del Parco Archeologico di Norba, ma la vegetazione non controllata risulta una delle principali problematiche per la fruizione e conservazione dei beni archeologici.
Le operazioni di pulizia, diserbo e controllo della vegetazione si rilevano di fondamentale importanza per la fruibilità del Parco e indispensabili sotto l’aspetto prettamente tecnico scientifico, a causa del pericolo rappresentato dall’azione distruttiva della vegetazione, spesso causa di lesioni, crolli e danni al patrimonio archeologico.
Consapevoli dell’importanza del ricco patrimonio naturalistico i diversi interventi saranno realizzati nell’ottica dell’integrazione tra monumenti e paesaggio naturale, dando alla vegetazione originaria la stessa attenzione dedicata alla conservazione dei monumenti.
Il progetto prevede una collaborazione operativa tra i diversi soggetti, che riguarderà anzitutto il monitoraggio del verde sull’area Archeologica e controllo continuo dello stato di conservazione delle strutture e delle attrezzature (passerelle per disabili, staccionate, cartellonistica, sistemazione degli inerti all’interno delle domus scavate), al fine degli interventi per la manutenzione.
A ciascuna Associazione sarà affidato un settore dell’area archeologica per poter procedere alla manutenzione ordinaria e controllo della vegetazione (decespugliamento, diserbo, pulizia).
Le Associazioni informeranno la Direzione scientifica sugli interventi effettuati anche attraverso brevi relazioni e documentazione fotografica.
Le Associazioni si impegnano a diffondere all’intera cittadinanza la conoscenza e quindi il rispetto per il Parco Archeologico dell’Antica Norba. A tal fine saranno organizzate iniziative di comunicazione ai cittadini.
L’accordo prevede incontri periodici anche semplicemente per condividere proposte e azioni su tematiche di comune interesse inerenti la fruizione e la valorizzazione del Parco Archeologico dell’antica Norba.
1. Le Associazioni si impegnano ove possibile, a concordare e condividere l’organizzazione e l’esecuzione degli interventi tra loro.
2. Le Associazioni si impegnano a diffondere e far rispettare il regolamento del Parco Archeologico.
3. Il protocollo d’intesa non obbliga le parti a sottoscrivere e a condividere sempre e comunque le attività liberamente organizzate da ciascuna delle parti.
4. Per la realizzazione del progetto previsto dal presente protocollo d’intesa le associazioni ricorreranno a forme di autofinanziamento e/o di finanziamento tramite sponsorizzazione.
5. I rapporti tra Associazioni e le Istituzioni saranno coordinati da un Comitato eletto dai rappresentanti delle Associazioni.

Le Associazioni si impegnano a concordare modalità e date delle operazioni, ordinarie e straordinarie, con la direzione scientifica. I lavori saranno coordinati dalla seconda Università degli studi di Napoli che da anni è impegnata nelle attività di studio e ricerca a Norba.
Il protocollo procedurale e l’assegnazione delle aree di intervento, concordati con L’Università, sono custodite presso il Comune, Università e le rispettive sedi delle associazioni.
L’Università si impegna:
1. Ad addestrare i volontari impegnati nelle attività di manutenzione.
2. A confrontarsi con le Associazioni e Comune di Norba periodicamente per problematiche e/o iniziative.
3. A diffondere e promuovere le iniziative delle Associazioni inerenti il progetto e avvicinare la cittadinanza alle numerose attività di fruizione.
L’Università curerà i rapporti con la Soprintendenza Archeologica per il Lazio e con il Comune di Norma.
Il Comune di Norma si impegna a garantire l'accesso ai convenzionati per la realizzazione degli obiettivi in premessa. Si fa da garante della vigilanza sul corretto utilizzo del sito e della sua immagine in osservanza del regolamento comunale del parco archeologico dell'Antica Norba e delle altri leggi in merito. Da supporto ai volontari nelle modalità che saranno successivamente concordate. Coordina gli interventi sull'area per evitare l'accavallamento di azioni che potrebbero essere incompatibili.
Il presente protocollo ha la durata di due anni a decorrere dalla data della stipula espressamente rinnovabile alla scadenza.
Il presente atto previa lettura ed approvazione delle parti, viene sottoscritta dal Comune di Norma dal Sindaco pro Tempore o suo delegato, dalla Prof.ssa Stefania Quilici Gigli, titolare della cattedra di Topografia presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, e dai rappresentati delle seguenti associazioni, ciascuna copia va custodita nella documentazione delle rispettive sedi.

Documenti

Documenti inerenti l'area da un punto di vista storico-archeologico

Visualizza Documenti

Chi è Online

Abbiamo 52 visitatori e nessun utente online

Joomla templates by Joomlashine